Carsulae suona bene
racconti, suoni, voci, percussioni, per un festival degli elementi


15-22 luglio Parco Archeologico di Carsulae


Carsulae suona bene, nel senso proprio di carsulesuonabene. Ovvero Carsulae risuona bene. Qualcuno se n'è mai accorto?
C'è una grande quantità di luoghi nel Parco archeologico che hanno come dono un'acustica splendida, magica.

Eppoi: Carsulae è un luogo dove si sta bene, dove tutti gli "elementi" giocano la propria parte in un delicato equilibrio di benessere: l'aria (quella dell'acustica, appunto), la terra che è proprio la sostanza di questo parco, l'acqua straordinaria (o meglio le acque) che da millenni nasce sotto a quella terra e che da millenni ha spinto gli uomini a vivere questa zona, in profonda sintonia con l'ambiente.

 

Nella zona dei Monti Martani si vive con grande rispetto, con devozione e talvolta con il vago sospetto che chi ha pensato che queste potessero essere montagne cosmiche non è detto che dicesse tanto per scherzare...
Pellegrini francescani, benedettini, cistercensi, antichi umbri, celti ma anche pastori, Romani, Templari, guelfi e ghibellini hanno attraversato questi luoghi rimanendo sempre suggestionati dalla bellezza e dalla forza della natura. Una natura che, secondo una delle tante leggende che qui si ascoltano, era interpretata anche da una Sibilla, la Sibilla dei Martani.
Dopo anni di iniziative ben riuscite, Maree culture in viaggio quest'anno vuole sperimentare un nuovo festival interamente dedicato a questo luogo. Un festival finalmente stanziale dedicato agli elementi, che abbia al centro gli ingredienti basilari del vivere e del fare musica: la voce, le percussioni, i suoni ed il racconto. Nutrito di mille proposte per vivere Carsulae in tanti modi differenti, per una settimana intera dal pomeriggio a notte fonda. Robe d'altri tempi!

 

Con l'aggiunta di un padrino straordinario per l'esordio di questa nuova esperienza, Alan Stivell. Il festival si aprirà infatti con il concerto del Mago Merlino della musica celtica contemporanea, uno dei più grandi artisti mondiali nel suo genere, precursore della word musica, del progressive e del celtic rock. Chi parteciperà a questo evento straordinario potrà cullarsi sulle note dell'arpa celtica di Stivell, un'artista che ha saputo coniugare con la tradizione l'innovazione, gli antichi strumenti delle radici della sua terra, la Bretagna, con l'elettronica, con le chitarre elettriche, le percussioni. 
Alan Stivell a Carsulae. Come perdere l'appuntamento con la magia?

 

Maree, dunque, è pronto ad essere più che mai un festival degli elementi, un festival "elementare"!